dom 14 giugno 2009 - CD CLASSICO
Recensioni e interviste dal mondo del disco

Una proposta divertene e unica nel suo genere. La propone, non senza clamore, l’etichetta stradivarius che affida nelle mani del Quintetto Bislacco un programma splendido, che fa vacillare i confini stessi fra musica di consumo, come siamo abituati oggi a chiamare la musica che “vende”, e musica classica, quella anche detta colta o di tradizione. Cinque straordinari musicisti, regalano 50 minuti di grande musica e ci ricordano che si può anche ridere facendo musica assieme.


Lo intuiamo fin dalla cover che propone una caricatura disegnata dei 5 strumentisti e dal titolo, “Jokes”, cioè scherzi, scelto per questa novità.
Brani noti e meno noti si susseguono senza alcuna frattura, anzi. Il programma appare talmente ben congeniato che riusciamo a trovare un senso compiuto fra l’indimenticabile musica di Nicola Piovani composta per la Vita è bella e la trascrizione dalla strepitosa Ouverture dalle Nozze di Figaro di Mozart che viene subito dopo, incastonata come una sorta di cammeo classico fra il sopradetto Piovani e il Morricone della Western Suite che viene subito dopo.
Brani da film famosi, pezzi senza tempo come The Man i Love di Gershwin, o West Side Story di Bernstein, trovano pari dignità e arrangiamenti degni del livello musicale di un giovane e affiatato gruppo, di cui tutto si può forse dire, tranne che sia veramente “bislacco”. 


Gabriele Formenti

« back

Per iscriversi alla mailing-list premere qui e inviare l'e-mail
Copyright 2006 © Quintetto Bislacco. All rights reserved. realizzato da UbyWeb&Multimedia